"In Italia sono più di 2 milioni i professionisti che operano in tutti gli ambiti delle professioni creative. Rappresentano il cuore produttivo di 350.000 aziende. Producono il 5,8% del nostro PIL solo nell’industria culturale per un valore di 80,8 miliardi di euro con elevatissimi livelli di crescita nell’area del web e della produzione di contenuti. Più della Fiat, più della pesca e dell’agricoltura insieme, poco meno del fatturato complessivo di Liguria, Umbria e Abruzzo. Stiamo parlando di creativi per pubblicità, eventi e web: copywriter, art director, grafici, programmatori e sviluppatori. Ma anche di chi opera per moda, spettacolo, industria, cultura, media. Designer, autori, sceneggiatori, registi, scrittori, giornalisti, blogger, video-maker, editori. Artisti, fotografi, architetti. E poi stilisti, scenografi, coreografi, costumisti, montatori, compositori, illustratori, traduttori, curatori, ricercatori, artigiani di ricerca. Esponenti di nuovi linguaggi e tecnologie.

(…) Chiediamo il riconoscimento della valenza strategica di creatività e ricerca tecnologica per il rilancio del Paese. Con l’impegno di Governo e forze politiche a individuare iniziative a sostegno, riformulando diritto d’autore e tutela delle idee…”

http://www.change.org/it/petizioni/chiediamo-il-riconoscimento-della-valenza-strategica-della-creativit%C3%A0-per-il-rilancio-del-paese-rivoluzionecreativa

È solo un momento di crisi di passaggio che io e il mondo stiamo attraversando. È solo un momento di crisi di passaggio che io e il mondo stiamo superando.

- Le luci della centrale elettrica

newyorker:

The Stan Terg mine, part of the Trepca complex, in northern Kosovo, has been in operation intermittently since the Middle Ages. In his series “The Bread with Honey,” the photographer Andrew Querner documents the Stan Terg miners and their quiet community: http://nyr.kr/1g1qOZp
Above: On the eighth level of the mine, an engineer prepares for a controlled blast.

newyorker:

The Stan Terg mine, part of the Trepca complex, in northern Kosovo, has been in operation intermittently since the Middle Ages. In his series “The Bread with Honey,” the photographer Andrew Querner documents the Stan Terg miners and their quiet community: http://nyr.kr/1g1qOZp

Above: On the eighth level of the mine, an engineer prepares for a controlled blast.

Putin candidato al Nobel per la pace 2014 per il ruolo giocato nella crisi siriana. Sì, Putin. Quello che “pesta i gay e odia l’America”. Lo stesso tizio che ha invaso la Crimea e che spalleggia il suo fedele Janukovyč - l’ormai ex presidente ucraino che diede il permesso ai cecchini di sparare sui manifestanti. La candidatura è stata promossa dall’Accademia Internazionale dell’Unità Spirituale e della Cooperazione tra Nazioni del Mondo. Che bel paradosso, no? Pace, guerra e spiritualità. Insostenibile coerenza. E pensare che nella stessa lista c’è anche la giovanissima attivista Malala. Che dire…

"Solo perché non accade qui non vuol dire che non stia accadendo"
“Just because it isn’t happening here, doesn’t mean it isn’t happening”

Jack Nicholson e Sean Penn

Jack Nicholson e Sean Penn

Londra, 1959

Photo by Sergio Larrain/ magnum photos

Londra, 1959

Photo by Sergio Larrain/ magnum photos

Sofia , Bulgaria 13-11-2013

During The Police Brutality against Students.

Sofia , Bulgaria 13-11-2013

During The Police Brutality against Students.

Chi dice che le mie poesie sono poesie?
Le mie poesie non sono poesie.
Quando capirai che le mie poesie non sono poesie, potremo parlare assieme di poesie.
Ryōkan Taigu

museumuesum:

George Ferrandi

it felt like i knew you…, 2012 - ongoing
I ride the NYC subway trains, usually in the evening when the seats are full. I focus on the shape of the space between the person sitting next to me and myself. I attempt to mentally and emotionally re-sculpt that space. In my mind, I reshape it- from the stiff and guarded space between strangers to the soft and yielding space between friends. I direct all my energy to this space between us. When the space palpably changes, and I completely feel like the stranger sitting next to me is my friend, I rest my head on that person’s shoulder…
davidsimonton:

André Malraux selecting photographs for the Imaginary Museum, c1947, Photo by Maurice Jarnoux

davidsimonton:

André Malraux selecting photographs for the Imaginary Museum, c1947, Photo by Maurice Jarnoux

Lo stronzo non perde mai il proprio tempo, perde quello degli altri.
Frédéric Dard - Les Pensées de San-Antonio, 1996